Non vale

Elena Condemi

A volte la notte ha il fruscio insolente delle foglie di primavera… che s’ostinano a rispuntare verdi anche se non sei ancora pronto. Così tu hai lo stesso fruscio nella mia mente. Allora succede che la spina punge, rimane attaccata, accesa… anche se ho già consumato la mia energia per...

In realtà, pur dandogli tanto, fu come se una parte di me restò a guardare in disparte…anche se ne soffrivo molto. Non volli entrare mai veramente in "noi". Forse per questo ad un certo punto mi odiò. Non riuscivo ad unirmi profondamente ad un uomo che cercava "la sua donna"...

Rosso come le tue parole di velluto come l'ansia di averci… di nuovo… e ancora… Rosso come il mio aquilone ancora da costruire come la rosa...l'unica tua… Rosso come le ciliegie dei giorni d'amore rosso come l'ascensore che bloccavamo insieme come le telefonate accese come le cose di cui non...

Da bambino avevo un sogno: tuffarmi di testa dal trampolino di tre metri della mia piscina estiva. Ricordo i tetti delle case dall’alto di quell’asse azzurro, l’acqua profonda che mi aspettava in basso, la paralisi del mio corpo nell’attimo esattamente prima di spiccare il volo. Guardavo prima in alto, poi...

Di limone e gelsomino profuma il tuo sonno. Coricata su un fianco, ti tengo la mano commossa dal pianto. Lascia che dorma anch’io un poco mentre tu riposi. Dal risveglio inquieto ripari la mia vita, mentre la tua s’incammina altrove. Una linea azzurra segna le palpebre, imbiancate dai capelli cotonati....

Ricordo perfettamente le ciocche di grano, e le camicie di seta a fantasia. Solo un profumo, in due versioni: quella per l’inverno e quella per l’estate. Bello sì ma non lo scelsi mai. Non avrei mai potuto portarlo. Per me era il tuo. Lo stesso dopo la doccia anche prima...