Su un dito di terra l’eternità accumulata dal vento, spietrificato è il monte, granello per granello. Così un deserto, dove il coyote va per meditare, una parentesi lunare tra i monti e la pianura.   La tonaca di sabbia grigia cade lì per caso, come agli occhi una...

Filosofia

Pietro Pancamo

  Parole e frasi sono gli intercalari del silenzio che smette, ogni tanto, di pronunciare il vuoto.   Allora qualche indizio di materia deforma l’aria, descrivendo le pause del nulla prima che il silenzio si richiuda. (Le mani s’infrangono contro un gesto incompiuto)

  Tutto il caldo aggredito nel recinto del mostro trattenendo il respiro, con il capo rivolto al terreno, con i graffi di stecchi che porto.   Ora il grido si libera al vento, ora salgo la vetta di un verso, ora smaschero tutto il sorriso, mentre arriva un fendente che...

Moon

Laura Bertolini

  In questo mio antenato presente legato da ragioni terrene, si sfalda e sanguina ciclicamente la sinapsi tra il muscolo e la mente.   La mia vena è una nave che segreta attraversa capogiri di luna inquieta che si completa e si riversa.   Una luce sciamana si apre e...

Ottobre

Laura Bertolini

  Il tempo si è rimesso e l’estate è andata guardo i cani correre verso la battigia.   La strada mi riporta tre anime vive e un ombrellone. La spiaggia vuota è un pezzo di regno e vedo, con un occhio socchiuso un de-solato spazio come un punto d’oblìo tra...

  Ora Margherita cammina sui pezzi di vetro. Ha imparato a farlo e non sente più il dolore anche se guardandosi i piedi a volte le viene da piangere perché sa che dovrebbe fare male. Non crede più all’amore, non a qualcosa che possa durare o funzionare, ma ricorda...