Occhi birmani in una confusione blu cobalto,
rossetti labili alla frontiera;
fucili spianati contro treni del destino che non portano a casa.

Mombasa è presa, sette le guarnigioni cinguettano alle oche,
vittoriose e scaltre,mai abbastanza assetate di sangue di agnello puro,
di bocche desiderose solo di parole e d'amore e non di cibo avariato
avanzo di guerra.

S.Pietro e le chiavi S.Paolo e la fede non lavano l'acqua scura
della falsa terra di thule, quella nera nefasta dove rea o sailor moon precipitarono senza colpa alcuna.

La terra del sole quella già c'è, è fatta di maghi, streghette e di Re; cavalieri senza macchia e paura,
che del buio non hanno alcuna paura.

Quindi se tu, misterioso cantore, credi del mondo di essere autore, eccomi a te,
nelle vesti di Re, portatore di gioia di luce e calore.

Non temo battaglia e non temo l'inganno ho dalla mia del bimbo l'incanto,
e qualsiasi sortilegio tu vorrai fare prima o poi verrai spazzato proprio dalle tue stesse....

onde del mare.

poeta solitario
poeta solitario
Sono passato,un pensiero ricorrente,quel senso di vita nuova che mi pervade vedendo il disfacimento del mondo che fu, in un tempo non mio. E' proprio quando tutto sembra perduto che bisogna affrontare la fine col sorriso,perché ogni fine è semplicemente l'anticamera di un nuovo inizio. Nato nel 1977 l'8 di Febbraio dopo varie passate continuo la ricerca del mio amore perduto e del mio vero Io.Ho appena pubblicato la mia prima raccolta intitolata "Sensazioni d'Autore",un viaggio interiore nel tempo e nello spazio scandito da note poetiche e narrative.

Suoi ultimi post

Nessun commento ancora, aggiungi la tua opinione!


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito