Primo studio (breve) per un monologo sull'odio. Appendice

Oggi ho trovato una rosa bianca. Non sapevo nascessero spontanee. Ma forse l’aveva coltivata qualcuno.

Spero non se la prenda troppo ma mi piaceva troppo. E così l’ho colta. Ne farò un regalo. Un regalo d’addio per la mia amata. Lei è lì che mi aspetta. La immagino nella più totale mancanza di difese.  Lei si appoggia a me come io a lei. È questo il senso dell’amore. Ma per amare qualcuno bisogna pur conoscerlo. Non è allora più vero l’odio allora come sentimento?

L’odio democratico … disinteressato … originario … reale ed effettuale. Posso odiare chiunque solo perché sono di cattivo umore. Ma non potrei dire di amare una solo perché voglio scoparmela. Se non fossi condizionato dal codice penale ucciderei il primo che mi mancasse di rispetto.

Ma certo non sposerei nessuna solo perché in quel momento ne sento la necessità.

Così a lei che mi aspetta … nel suo mondo di menzogne regalerò una rosa. Poi andrò via. Da un'altra.

Nicola Eboli
Nicola Eboli
teatrante

Suoi ultimi post

7 Commenti

  1. Giusto. Essere l'autobus che non passa una seconda volta è il segreto del disimpegno, forse della felicità...

  2. qualcuno una volta mi disse che l'odio come l'amore nascono da una stessa radice

  3. Cavolfiore mi pare...


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito