Scusa se me ne vado

Racconti Karen Lojelo

Scusa se me e vado, è che sono abituata a sentire freddo, e questo tuo starmi accanto faceva un po’ di caldo, di quello che anestetizza i pensieri, come il torpore di un bagno caldo, che poi rischi di addormentarti nella vasca … e non si può, dicono sia pericoloso se ci stai tanto.

Scusa se me ne vado, avrei voluto fosse tutto diverso, forse ho sbagliato perché in fondo sapevo che non sarei rimasta  e anche se te lo avevo detto, tu ci hai sperato lo stesso.

Scusa se me ne vado anche se a volte ti penso e mi manchi perfino, ma non è lo stesso, non è il tuo sentire, il mio è diverso.

Scusa se me ne vado ma sai c’è quel ricordo che mi porto addosso e mi ha macchiato dentro, nemmeno tu puoi lavarlo e io da qualche tempo sono una che non rimane mai abbastanza e continuo a ripetermi che domani è un altro giorno.

Scusa se me ne vado, vorrei saper restare e già so che ci sarà qualche giorno in cui mi andrà addirittura di tornare, ma non lo farò, perché ti farei ancora più male.

Quindi scusa se resto in silenzio quando parli troppo e io mi sento stupida a ripetere cose che ho già detto.
Scusa se sei arrivato in ritardo, e hai trovato un cuore blindato che non sapeva più parlare.

Scusami anche queste lacrime miste al tabacco che scendono senza chiedere permesso e in questo momento possono sembrare altro. Sono solo perdite di acqua, le tubature vecchie spesso lo fanno e le mie sono consumate e poi mi sa che ci piove dentro.

Scusa se ti guardo e a volte mi chiedo come sarebbe stato se fosse stato altro.
E scusa di nuovo se adesso ti sento, che non avrei alcun diritto ma lo faccio lo stesso.

Scusa se nonostante questo bene affranto non so camminarti a fianco.
Perdonami tu, anche per me, che io non riesco a farlo.

Karen Lojelo
Karen Lojelo
Sono nata a Roma il 25 giugno del 1976 dove ho studiato, vissuto e lavorato fino al luglio del 2007, poi ho iniziato a scrivere il mio primo romanzo: “L’amore che non c’è” poi è stato il tempo di "Binario 8" una raccolta di poesie (che scrivo da sempre). Appena uscito il mio nuovo romanzo 'L'ebbrezza del disincanto' e a breve un'antologia di racconti curata da me Mariella Musitano e Sara Marucci. Nel 2013 è andato in scena il primo spettacolo teatrale scritto da me 'Riflessi' e attualmente sono impegnata nell'ultimazione di un nuovo romanzo. Chi sono io? Bella domanda…: "io sogno cose che non sono mai esistite e dico: «Perché no?». George Bernard Shaw

Suoi ultimi post

13 Commenti

  1. BRAVA KAREN COMPLIMENTI!

    Se si potesse arrivare ovunque!!!! ... e al momento giusto! ....
    dove i nostri sogni ci portano!! ... invece ....la realtà poi ...
    ci costringe a dover dire:
    scusa me ne vado! ...
    anche se si dovrebbe dire prima che ..... ma ..
    si arriva sempre a doverlo dire dopo che ....
    e va bè! ....

  2. oh mio dio....... *____________________*

  3. Scusa se nono­stante que­sto bene affranto non so cam­mi­narti a fianco.
    (bellissima)
    Per­do­nami tu, anche per me, che io non rie­sco a farlo.
    (.. ecco, qua dissento!)
    Perdonarci sempre e comunque, significa accettare quello che si è fatto e costruire la propria vita in ogni istante, qui e ora... la consapevolezza dicevamo tempo fa, ricordi? 😉
    Ti abbraccio forte forte, sei una donna sorprendente!

  4. Karen...pistole e wishkey bar, ricordati sempre...

    N.A.


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito