Sentenze a domicilio

Poesie Selene Porcaro

Potrebbe andarmi meglio certo,
potrebbe andarmi meglio se solo ci provassi.
Incidenti di percorso, rischi che devi correre,
solitudine che risarcisce i danni
per ogni vota che non hai avuto risposta.
Come ti chiami? Quanti anni hai? Come mai porti al collo quella croce?
Potrebbe andarmi meglio certo,
potrebbe andarmi meglio se solo ti dicessi chi sono.
Il lato oscuro del vecchio uomo ha contagiato la mia personalità,
così non sputerò sentenze a domicilio.
STOP!
Puoi fermarti un attimo? Rimani solo due minuti,
non ti hanno dato una fase per il rientro,
il tempo passerà inesorabilmente,
nelle tue vene rimarrà la cenere di un altro delitto.
Non credo sia possibile che tu riesca ad ipnotizzare solo il mio occhio sinistro,
non mi rimarrebbe modo per guardare ai margini della città.
Hai imparato a guidare senza sbalzi?
Io credo che tu sia colpevole,
colpevole di essere innocente.
Il mondo voleva qualcuno da sbattere in prima pagina,
l’ora legale sta per cambiare di nuovo.
Cosa credi che ti regaleranno attimi di somma beatitudine?

Selene Porcaro
Selene Porcaro
Era l'11 agosto del 1979 quando mia madre dopo dieci giorni di "travaglio" riuscì a mettermi al mondo all'ombra della Torre Pendente nella città di Pisa. Provengo da una famiglia con origini campane,molto numerosa e chiassosa ma che non cambierei mai con nessun'altra al mondo. Dopo le scuole medie nella cittadina in cui vivo ho frequentato il Liceo Classico a Pisa per tre anni per poi abbandonare tutto e mettermi alla ricerca di una me stessa che forse non avevo mai perso. Dopo vari lavori ho deciso di frequentare il corso per Operatore Socio Sanitario dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana e dopo la qualifica,presa nel dicembre 2010 lavoro da circa un anno con gli anziani. Ho iniziato a scrivere a otto anni,una sera guardando fuori dalla finestra della mia camera,molte cose sono cambiate nel paesaggio circostante ma la mia passione per la scrittura mai. Non potrei vivere senza scrivere,senza fare fotografie,senza ascoltare musica e senza leggere:questi sono i pilastri fondamentali della mia esistenza. Credo nella giustizia e nella lealtà,dico sempre quello che penso e lotto per le cose in cui credo. Amo la mia famiglia ed i miei amici ma soprattutto i miei numerosi nipoti. Ringrazio Dio o chi per Lui per avermi concesso questo meraviglioso dono che è la Vita.

Suoi ultimi post

4 Commenti

  1. Potrebbre sempre andarci meglio. Per questo continuiamo a provare e sbattiamo la faccia contro muri altissimi. Sbattiamo e risbattiamo, puntiamo sul rouge ed esce noir...e continueremo così, certi che un giorno, chissà quando, la fortuna girerà e arriverà la gioia.
    Ciao, creatura inquieta.

  2. mmm...notavo una tua insolita passione per l'occhio sinistro, avrai io tuoi perchè, e il fatto che solo tu li sappia rende la cosa molto più interessante, non credi?

    C'è spesso molta confusione in quel che scrivi, tuttavia lineare e fluida da permettere una buona lettura e idealizzazione del testo.

    Sono solo pareri di uno qualsiasi, eh...che ti vede brava.

  3. beh per fortuna quello che scrivo è cento volte meno incasinato di quello che mi circola in testa! 😛
    il mio occhio sinistro sorride e ringrazia! anche il destro! XD


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito