Il bimbo e la goccia

Racconti Elena Condemi

I gelsomini, vanitosi del fatto che altri avevano stabilito la loro appartenza a quel luogo,
quel pomeriggio ciarlavano fra loro...
"Si crede un geranio nero con la piuma bianca ma è solo una balena che s'è ingoiata caprifogli."
Così dicevano, mentre il sole distratto era andato dietro ad una gonnella che passava di là.

Intanto una goccia scivolò fra le persiane, discreta come solo certe goccioline sanno fare...
e due occhi da bambino la videro per caso, e vollero trattenerla dentro la propria mano calda,
e le dissero ch'era fresca...e pulita, come il cielo che aveva dentro.

Perché, si sa, nessuno sa vedere meglio degli occhi di un bambino.

Allora la gocciolina timidamente sorrise,
rivelando così in un istante
d'essere senza saperlo un raggio di quel sole smarrito.

Solo le anime dei bambini sanno vedere forse
quelle che contengono più colori di un arcobaleno.

Elena Condemi

Elena Condemi
Elena Condemi
So solo che mi emozionai incontrando per caso un'Olivetti a casa di mia nonna, e non riuscii a lasciarla più. Pareva conoscermi meglio di chiunque altro. E la conservo tutt'ora, proprio come si fa con la propria vecchia e fedele bambola, con la stessa tenerezza..."Lo sviluppo dell'anima è come una poesia perfetta: ha un'idea infinita che una volta realizzata rende ogni movimento pieno di significato e di gioia." Tagore"Sono una piccola ape furibonda. Mi piace cambiare di colore. Mi piace cambiare di misura." Alda Merini"Non ho scritto secondo ragione, Né per fuggire un destino oscuro, Ma per sedurre le stagioni E piacere all’ineffabile azzurro,E per possedere ogni giorno, Senza smarrimento, senza rimorso, E sino al momento della mia morte,Dei diritti infiniti sull’amore..."Anna De Noailles

Suoi ultimi post

4 Commenti

  1. bellissima...nn ci sono parole.....i bambini....poesie quotidiane con i loro gesti.......

  2. peccato che noi "adulti" ce ne dimentichiamo di quanto gli occhi dei bambini sappiano vedere, andando oltre. Peccato che noi "adulti" non sappiamo far altro che cercare di chiudere quei canali che rendono ricettivi e più vivi i bimbi. E se solo invece ci lasciassimo guidare da loro e iniziassimo ad ascoltarli e osservarli allora riconosceremmo le bellezze del mondo e le sfumature dell'arcobaleno racchiuse in una singola goccia.

  3. tenerissima... ^_^

  4. Molto delicato e tenero questo racconto ....


Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Sito